inserisci una o più parole da cercare nel sito
ricerca avanzata - azzera

Melius re perpensa, autorizzato il trasferimento del minore. Corte d'Appello di Firenze, decreto 18 novembre 2022

Le condizioni di precarietà abitativa e reddituale, in uno con la sopravvenienza di circostanze di fatto di rilevante impatto sulla esistenza del minore, in quanto fonte di concreto pregiudizio per il minore, impongono una rivalutazione dell’interesse del minore con riguardo alla richiesta di trasferimento in altra regione con la madre, alla luce del fallimento del progetto di necessaria collaborazione fra i genitori. (CF)

Affidamento di figli di genitori non coniugati – fissazione della residenza del minore - interesse del minore

Rif. Leg.: Artt. 316 c.c., 337ter, terzo comma c.c.

Lunedì, 26 Dicembre 2022
Giurisprudenza | Minori | Circolazione e residenza | Affidamento dei figli | Merito Sezione Ondif di Prato
Corte d'Appello di Firenze, Est. Lococo, decreto 18.11.22 per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi
Corte Appello Firenze 18.11.22 massima per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

In sede di reclamo ad un decreto del Tribunale di Prato ed a modifica di precedenti provvedimenti resi dalla stessa Corte d’Appello, quest’ultima autorizza la madre ed il minore a trasferirsi in altra regione.

In sede di motivazione la Corte di Appello ritiene che la questione relativa al trasferimento della residenza del minore non possa prescindere dalla valutazione della condizione di precarietà in cui è venuta a trovarsi la madre (stato di disoccupazione e sfratto per morosità) in quanto fonte di concreto pregiudizio per il minore.

Per la Corte d’Appello di Firenze da ciò discende la necessità di un nuovo assetto confacente alle essenziali esigenze del minore, una stabilità abitativa del nucleo, strettamente collegate alla indipendenza economica della madre ed alla fruizione di adeguati supporti socio familiari nel processo di crescita e formazione della prole.

 

*Si ringrazia l’avv. Piero Emilio Zaccagnini, già presidente Ondif sezione di Prato

autore: Fossati Cesare