Viola la riservatezza chi accede al profilo fb dell'ex anche se ne conosceva password per mano dell'interessata. Cass. Pen. del 22 gennaio 2019 n.2905

Viola la riservatezza chi accede al profilo fb dell'ex anche se ne conosceva password per mano dell'interessata. Cass. Pen. del 22 gennaio 2019 n.2905

venerdì, 25 gennaio 2019
Giurisprudenza | Riservatezza | Legittimità
Cass. Pen. del 22 gennaio 2019 n.2905 per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

E' disposta la condanna per accesso abusivo a sistema informatico per il partner che entra nel profilo Facebook dell'altro, sebbene egli fosse a conoscenza del nome utente e della password poiché la stessa parte offesa glieli aveva comunicati in precedenza. A nulla sono valse le giustificazioni dell'uomo sul fatto che non poteva esserci accesso abusivo al sistema informatico dato che egli aveva saputo le credenziali direttamente e spontaneamente dalla propria ex quando la loro relazione era ancora sussistente. Il fatto che egli avesse acceduto al profilo fb della propria ex e ne avesse cambiato la password impedendo alla stessa di accedervi confermava il carattere di abuso di tali comportamenti.

Focus on