Per offrire il miglior servizio possibile il presente sito fa uso di cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione si autorizza l'uso dei cookies.
Leggi la Privacy e cookie policy OK
  • venerdì 2 marzo 2018

    La stabile convivenza more uxorio esclude il diritto all'assegno di mantenimento – Cass. 5 febbraio 2018 n. 2732

    In un procedimento di modifica di condizioni di divorzio, la Corte d'Appello di Brescia, riformava la pronuncia di primo grado, escludendo che la convivenza more uxorio dell'ex coniuge, beneficiario di assegno facesse venir meno il diritto all'assegno stesso. Ne segue il ricorso in Cassazione del coniuge onerato. La Suprema Corte accoglie il ricorso.
    Giurisprudenza di legittimità, ampiamente consolidata da alcuni anni (tra le altre, Cass. n. 17195 del 2011; Cass. n. 6855 del 2015; Cass. 18111 del 2017), afferma che la scelta dell'ex coniuge di costituire una convivenza more uxorio stabile e duratura, che all'evidenza, ben diversa da una mera coabitazione tra soggetti estranei, fa venir meno il diritto all'assegno. Ciò del tutto indipendentemente dalla posizione economica di ciascun convivente. La Corte peraltro puntualizza che occorre avere attenzione al momento in cui la convivenza si è instaurata, dato che è proprio tale momento che fa decorrere la cessazione del diritto all'assegno.