inserisci una o più parole da cercare nel sito
ricerca avanzata - azzera

Successioni. La notifica effettuata all'estero deve rispettare le formalità  di notifica imposte dal Reg. 1393/2007 - Tribunale Vibo Valentia, sent., 20 luglio 2022, n. 509

Nel giudizio di impugnazione di un testamento olografo per nullità, stante l'unitarietà del rapporto dedotto in giudizio, sussiste litisconsorzio necessario anche nei confronti di tutti gli eredi legittimi, atteso che l'eventuale accoglimento della domanda porterebbe alla dichiarazione di invalidità del testamento ed alla conseguente apertura della successione legittima.
(Nel caso in esame, il Tribunale ha ritenuto che la notifica effettuata all'estero nei confronti del convenuto, residente nel regno Unito, fosse nulla, perché effettuata, non solo in violazione dell'art. 142, comma 2, cod. proc. civ. ma in particolare, per non essere state rispettate le formalità di notifica imposte dal regolamento comunitario 1393/2007, per le notificazioni che devono effettuarsi nell'ambito di Stati membri dell'UE.) (VC)

 

Successione – Notifica all’estero – Formalità – Rif. Leg. artt. 142, 153 e 291 cpc; Reg. CE 13 novembre 2007, n. 1393/2007 relativo alla notificazione e alla comunicazione negli Stati membri degli atti giudiziari ed extragiudiziali in materia civile o commerciale

Mercoledì, 17 August 2022
Giurisprudenza | Merito | Processo civile | Successioni Sezione Ondif di Vibo Valentia
Tribunale Vibo Valentia, sent., 20 luglio 2022, n. 509 – Pres. Passarelli, Giud. Est. Radice per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

autore: Cianciolo Valeria