Azione di rivendica su beni ed arredi lasciati, improvvidamente, nella casa familiare. Trib. di Verona, sent. n. 1734, del 2 novembre 2020.

Azione di rivendica su beni ed arredi lasciati, improvvidamente, nella casa familiare. Trib. di Verona, sent. n. 1734, del 2 novembre 2020.

Si ringrazia la Collega Barbara Lanza, Presidente Ondif Regione Veneto, per la cortese segnalazione del provvedimento.

Il tribunale di Verona, ha respinto la domanda dell'attore che chiedeva la restituzione di importanti beni lasciati nell'abitazione familiare. Infatti, il giudicante eccepisce che per alcuni beni, petitum mediato, pur essendo indicati non era stato provato che fossero presenti nell'abitazione all'atto del rilascio da parte dell'attore.

Per quanto riguarda, invece, gli altri arredi, risulta che non fossero specificatamente individuati. Poiché si tratta di opere d'arte, ovvero di oggetti di artigianato ed antiquariato e, quindi, di beni evidentemente fungibili è necessario che le indicazioni contenute nell'atto di citazione consentano un'univoca individuazione degli stessi, diversamente impediscono la possibilità di compiere atti istruttori necessari ai fini di realizzare la fondatezza della domanda attorea.

mercoledì, 11 novembre 2020
Giurisprudenza | Casa coniugale | Assegnazione della casa | Merito
sezione di Verona
Trib. di Verona, sent. n. 1734, del 2 novembre 2020. per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Il tribunale di Verona, ha respinto la domanda dell'attore che chiedeva la restituzione di importanti beni lasciati nell'abitazione familiare. Infatti, il giudicante eccepisce che per alcuni beni, petitum mediato, pur essendo indicati non era stato provato che fossero presenti nell'abitazione all'atto del rilascio da parte dell'attore.

Per quanto riguarda, invece, gli altri arredi, risulta che non fossero specificatamente individuati. Poiché si tratta di opere d'arte, ovvero di oggetti di artigianato ed antiquariato e, quindi, di beni evidentemente fungibili è necessario che le indicazioni contenute nell'atto di citazione consentano un'univoca individuazione degli stessi, diversamente impediscono la possibilità di compiere atti istruttori necessari ai fini di realizzare la fondatezza della domanda attorea.

Focus on