Riconoscimento post mortem della paternità e diritti ereditari - Trib. di Bologna, sent. parziale 7 maggio 2020

Riconoscimento post mortem della paternità e diritti ereditari - Trib. di Bologna, sent. parziale 7 maggio 2020

Riconoscimento post mortem della paternità e diritti ereditari

mercoledì, 5 agosto 2020
Giurisprudenza | Riconoscimento / Disconoscimento | Filiazione naturale | Merito
sezione di Bologna
Tribunale di Bologna, sent. parziale 7 maggio 2020 - Pres. Betti, Est. Porreca per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Condotto l'esame genetico-forense effettuato dal CTU che ha dato sicura sussistenza di un rapporto biologico di paternità, è stato aggiunto il cognome paterno a seguire rispetto a quello originario materno, risultando così coniugato il diritto della parte a sviluppare ulteriormente la propria personalità nella chiarezza delle proprie origini. Rimessa la causa sul ruolo con separata ordinanza per le questioni controverse relative al riconoscimento della quota di eredità spettante a parte attrice dichiarato figlio del de cuius.   Filiazione - Dichiarazione giudiziale di paternità - Prole non riconosciuta - Decesso del padre naturale - Diritti ereditari - Impugnazione del riconoscimento del padre legale (giudicato) - Accertamento di paternità - CTU genetica - Declaratoria - Cognome paterno - Aggiunzione al cognome originario - Rif. Leg. artt. 263, 269 c.c.

Focus on