Gli incrementi di natura ereditaria determinano la revoca dell’assegno divorzile - Cass, Civ., Sez. I, ord. 2 luglio 2021 n. 18777

Gli incrementi di natura ereditaria determinano la revoca dell’assegno divorzile - Cass, Civ., Sez. I, ord. 2 luglio 2021 n. 18777

venerdì, 2 luglio 2021
Giurisprudenza | Divorzio | Legittimità
Cass, Civ., Sez. I, ord. 2 luglio 2021 n. 18777 – Pres. Genovese, Cons. Rel. Acierno per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Alla luce del nuovo orientamento in tema di assegno di divorzio elaborato dalle sezioni unite, lo squilibrio economico patrimoniale costituisce la precondizione necessaria per l’accertamento del diritto potendo trovare applicazione il criterio perequativo compensativo, e quando rileva, quello assistenziale. Laddove la fotografia della situazione economico patrimoniale comparativa riferita gli ex coniugi muti per un’attribuzione patrimoniale che il giudice del merito accerti, in concreto, come rilevante in favore dell’avente diritto, il novum può essere posto a base di una domanda di revisione.

 

Assegno divorzile – Revoca -  Rif. Leg. art. 9 Legge 1 dicembre 1970 n. 898

Focus on