I contenuti presenti sui telefoni cellulari dei minori devono essere costantemente supervisionati dai genitori - Trib. di Parma, sez. I, sent. 5 agosto 2020

I contenuti presenti sui telefoni cellulari dei minori devono essere costantemente supervisionati dai genitori - Trib. di Parma, sez. I, sent. 5 agosto 2020

I contenuti presenti sui telefoni cellulari dei minori devono essere costantemente supervisionati dai genitori

mercoledì, 30 settembre 2020
Giurisprudenza | Merito | Affidamento dei figli | Divorzio
sezione di Parma
Trib. di Parma, sez. I, sent. 5 agosto 2020 – Pres. Chiari, Rel. Est. Vena per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Il compito di educare i figli, con particolare riferimento all’uso del web, spetta a entrambi i genitori anche quando uno dei genitori viva lontano dai figli (nel caso di specie il padre). Il genitore ha il potere e il dovere di controllare l’attività del figlio su internet e sui social, anche tramite l’attivazione di sistemi c.d. di parental control.  D’altro canto, è una declinazione anche questa del diritto alla bigenitorialità. Il Tribunale parmense ha dunque stabilito che i contenuti presenti sui telefoni cellulari dei minori andranno costantemente supervisionati da entrambi i genitori, evitando la comparsa di materiali non adatti all’età ed alla formazione educativa dei minori. La stessa regola vale per l’utilizzo eventuale del computer, al quale andranno applicati i necessari dispositivi di filtro.

Divorzio – Bigenitorialità - Affidamento figli – Rif. Leg. Art. 30, Cost.; Artt. 315-bis, 316, 337-ter, c.c.

Focus on