Il principio della perpetuatio iurisdictionis è applicabile 

anche ai procedimenti di decadenza della potestà parentale. - Cass. sez. I, 8 maggio 2007 n. 10493

Il principio della perpetuatio iurisdictionis è applicabile anche ai procedimenti di decadenza della potestà parentale. - Cass. sez. I, 8 maggio 2007 n. 10493

- Competenza -
Il principio della perputuatio iurisidictionis (in virtù del quale la competenza territoriale del giudice adito rimane ferma, nonostante lo spostamento in corso di causa della residenza anagrafica o del domicilio del minore), è applicabile anche ai procedimenti di decadenza della potestà parentale e prevale su quello cosiddetto della "prossimità" (secondo cui territorialmente competente è il giudice del luogo in cui il minore abitualmente vive o si trova di fatto), per imprescindibili esigenze di certezza e di garanzia di effettività della tutela giurisdizionale, ogni qual volta il provvedimento in relazione al quale deve individuarsi il giudice competente sia il medesimo di cui all'istanza introduttiva. Viceversa, si applicherà il principio della "prossimità" quante volte sia richiesto un provvedimento nuovo e autonomo rispetto a quello pronunciato dal giudice originariamente competente.

Focus on