inserisci una o più parole da cercare nel sito
ricerca avanzata - azzera

In caso di morte del presunto genitore l'azione per la dichiarazione di paternità maturale va proposta esclusivamente nei confronti dei suoi credi diretti e immediati e non di quelli indiretti. - Cass. sez. unite, 3 novembre 2005, n. 21287

Giovedì, 3 Novembre 2005
Giurisprudenza | Filiazione | Filiazione

- Dichiarazione giudiziale di paternità naturale -
Contraddittori necessari, passivamente legittimati, in ordine alla azione per dichiarazione giudiziale di paternità naturale sono, ex articolo 276 cod. civ., in caso di morte del genitore, esclusivamente i "suoi eredi", e non anche gli credi degli credi di lui od altri soggetti, comunque portatori di un interesse contrario all'accoglimento della domanda, cui è invece riconosciuta la sola facoltà di intervenire in giudizio a tutela dei rispettivi interessi.

autore: