L'esercizio del diritto-dovere di visita non rientra nelle esigenze d'urgenza e pertanto va sospeso. Tribunale di Trento, 31 marzo 2020

L'esercizio del diritto-dovere di visita non rientra nelle esigenze d'urgenza e pertanto va sospeso. Tribunale di Trento, 31 marzo 2020

venerdì, 10 aprile 2020
Giurisprudenza | Circolazione e residenza | Affidamento dei figli | Merito | covid-19
Sezione Ondif di Bolzano
Tribunale di Trento, est. Barbato, decreto 31.03.2020 per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Per il Tribunale trentino l'attuale emergenza epidemiologica e la normativa emergenziale - DPCM 22.03.2020 - impediscono di far rientrare nelle eccezioni al divieto di trasferirsi o spostarsi in comune diverso dal proprio le esigenze connesse all'esercizio del diritto-dovere di visita.
Dispone quindi, inaudita altera parte, la sospensione delle frequentazioni, assicurando videochiamate o telefonate almeno giornaliere.


* Si ringrazia l'avv. Raffaella Zadra.

Focus on