Se i genitori dimostrano di poter migliorare le proprie condizioni di vita, è possibile la revisione della decisione sulla adottabilità dei minori. Corte di Cassazione sentenza n. 24445 del 1 dicembre 2015.

Se i genitori dimostrano di poter migliorare le proprie condizioni di vita, è possibile la revisione della decisione sulla adottabilità dei minori. Corte di Cassazione sentenza n. 24445 del 1 dicembre 2015.

venerdì, 15 gennaio 2016
Giurisprudenza | Adozione | Legittimità
apri il documento allegato per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

In caso di minori in stato di abbandono oggettivo per problematiche sociali, lavorative e comportamentali dei genitori, in cui siano state rilevate gravi carenze igienico sanitarie dell'abitazione e dei minori stessi, si era reso necessario l'affidamento degli stessi a Ente pubblico e a Casa famiglia.
Sussistendo però il mantenimento del legame coi genitori e tensione affettiva immutata da entrambe le parti, valutando il percorso di cura e di recupero riabilitante per i disturbi di personalità del padre, dichiarato in precedenza anche decaduto dalla responsabilità genitoriale e la collaborazione continua fra genitori e struttura che ospita i figli, la corte di Cassazione, ha ritenuto che, essendo in itinere il percorso di miglioramento della situazione familiare già parzialmente ottenuto da parte dei genitori naturali, dovesse ritenersi prevalente l'interesse dei minori al rientro in famiglia di origine.
Pertanto, cassa il ricorso dell'ente pubblico, rinviando alla corte di Appello per una più approfondita indagine sulle attuali condizioni del nucleo.

Focus on