inserisci una o più parole da cercare nel sito
ricerca avanzata - azzera

Le novità in tema di mediazione, ADR, negoziazione assistita Webinar ONDIF Ravenna - Genova, 3 febbraio 2023. Gli esiti del sondaggio svolto

Abbiamo intrattenuto i partecipanti al webinar organizzato dalle sezioni Ondif ravennate e genovese sul tema

STRUMENTI DI RISOLUZIONE DEL CONFLITTO: DALLA MEDIAZIONE CIVILE ALLA MEDIAZIONE FAMILIARE, ALLA NEGOZIAZIONE ASSISTITA, ALLA COORDINAZIONE GENITORIALE

con il seguente

SONDAGGIO

Partendo dalla considerazione, condivisa ed espressa peraltro dal Prof. Francesco Paolo Luiso, che da quando esistono le procedure di negoziazione assistita da avvocati, non dovrebbero più avere plausibilità i ricorsi congiunti ai fini della separazione e del divorzio, abbiamo chiesto ai partecipanti al webinar del 3.02.23 (visibile nella sezione e-learning) perchè permangono ancora così tante resistenze da parte dell’avvocatura, e abbiamo provato a sondare con i colleghi partecipanti le remore tuttora esistenti.


Vediamo le domande e le risposte

Martedì, 7 Febbraio 2023
Recensioni - segnalazioni | Coordinazione genitoriale | ADR - Negoziazione Assistita Sezione Ondif di Genova
l'esito del sondaggio del webinar del 3.02.23 l'esito del sondaggio del webinar del 3.02.23

Queste le domande poste ai partecipanti

 

  1. Scarsa dimestichezza con le tecniche di negoziazione ovvero scarsa prevedibilità o controllo delle dinamiche negoziali e delle dichiarazioni contra se del cliente?
  2. Mancanza di confidenza o abitudine con l’obbligo di trasparenza o disclosure e le sue conseguenze?
  3. Mancanza di fiducia nella disponibilità effettiva al dialogo e confronto del collega dell’altra parte?
  4. Timori per i compiti e le responsabilità attribuite: sanzione pecuniaria per ritardato invio dell’accordo alla Procura, al Comune, al COA?
  5. L’obbligo di negoziare con la partecipazione personale delle parti, nonché le difficoltà nel trasferire efficacemente al cliente le caratteristiche peculiari delle procedure di negoziazione assistita, la difficoltà insita nel dover impostare su nuove basi l’approccio all’ascolto del cliente e perfino della controparte?
  6. L’esclusione del Patrocinio a spese dello Stato, o la restrizione sui trasferimenti immobiliari o le difficoltà a coinvolgere un notaio nella redazione di un unico atto o l’incertezza sull’applicabilità della soluzione “una tantum” di cui all’art. 5, 8° comma L. 898/70?
  7. La mancanza di una chiara modalità di acquisizione dell’ascolto del minore dodicenne o di un’indicazione univoca quanto alla capacità di discernimento di un minore dei dodici anni?
  8. La difficoltà di applicazione delle tariffe relative ai compensi, ovvero tariffe insoddisfacenti, incentivi fiscali insoddisfacenti?
  9. Difficoltà nel cambiare il linguaggio da quello proprio del processo a quello proprio della negoziazione?
  10. Necessità di interagire con l’altra parte a carte scoperte senza riserve mentali e senza tacere le informazioni utili e necessarie?

autore: Fossati Cesare