Rientro urgente del minore nel contesto abituale di vita. Tribunale per i Minorenni di Campobasso, 14 ottobre 2021

Rientro urgente del minore nel contesto abituale di vita. Tribunale per i Minorenni di Campobasso, 14 ottobre 2021

lunedì, 25 ottobre 2021
Giurisprudenza | Merito | Responsabilità genitoriale | Tutela cautelare
Sezione Ondif di Campobasso
Tribunale per i Minorenni di Campobasso, Est. Mancini, decreto 14.10.21 per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi
TM Campobasso, 14.10.21 massima per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Ricorso ai sensi degli artt. 330-333-336 c.c. Coniugi con due figli di età minore. Condotta pregiudizievole della madre che ha arbitrariamente allontanato la figlia dal proprio consolidato contesto di vita, dal padre e dalla sorella.

Vanno adottati provvedimenti in via d'urgenza, inaudita altera parte, ex art. 336 co. 3 c.c. a tutela delle minori: la figlia deve essere ricondotta nel proprio abituale contesto di vita e va disciplinata la frequentazione delle figlie con la madre.

I minori sono parti necessarie del procedimento de potestate, versando in una situazione di conflitto di interesse con entrambi i genitori, non potendosi stabilire ex ante la coincidenza dell'interesse del minore con quello dell'altro genitore.

Essi pertanto devono essere assistiti da un difensore. Occorre provvedere d'ufficio, ai sensi degli artt. 4 e 9 della Convenzione di Strasburgo del 25.11.1996 alla nomina di un curatore per le minori.

Vanno inoltre attivati: interventi di orientamento, sostegno e monitoraggio in favore dei minori; percorso psicoeducativo in favore dei coniugi; incontri protetti madre-figlie.



 

Rif. Leg.: art. 330 e segg. c.c.


* Si ringrazia l'avv, Pina Cennamo, presidente Ondif Campobasso, per la segnalazione.