Francia - Conseil Constitutionnel, 8 juillet 2022 - I criteri soggettivi specifici per l'accesso alla PMA sono conformi alla Costituzione

Francia - Conseil Constitutionnel, 8 juillet 2022 - I criteri soggettivi specifici per l'accesso alla PMA sono conformi alla Costituzione

Secondo il Conseil constitutionnel francese, investito dal Conseil d'État di una question prioritaire de constitutionnalité, è conforme alla Costituzione la nuova formulazione dell’art. L. 2141-2 del Code de la santé publique che consente l’accesso alle tecniche di PMA alle coppie composte da un uomo e una donna, da due donne e alle donne non sposate.
La questione era stata sollevata dall’associazione Groupe d'information et d'action sur les questions procréatives et sexuelles, secondo la quale la nuova formulazione dell’articolo porterebbe ad una discriminazione nei riguardi degli uomini: “L’association requérante reproche à ces dispositions de priver de l’accès à l’assistance médicale à la procréation les hommes seuls ou en couple avec un homme, alors même que ceux d’entre eux qui, nés femmes à l’état civil, ont changé la mention de leur sexe, peuvent être en capacité de mener une grossesse.” Da ciò discenderebbe una violazione della libertà personale e della vita familiare, poiché la normativa costringerebbero gli uomini transgender di rinunciare a modificare la menzione del proprio sesso nello stato civile per mantenere la possibilità di accedere alla procreazione medicalmente assistita.
L'articolo L. 2141-2 del Codice di sanità pubblica, nella formulazione risultante dalla legge 2 agosto 2021, prevede:
“La procreazione medicalmente assistita è destinata a soddisfare un progetto genitoriale. Qualsiasi coppia composta da un uomo e una donna o due donne o qualsiasi donna non sposata hanno accesso all'assistenza medica presso procreazione dopo i colloqui individuali dei richiedenti con i membri del team medico clinico-biologico multidisciplinare svolto secondo le modalità previste dall'articolo L. 2141-10.
“Questo accesso non può essere soggetto ad alcuna differenza di trattamento, in particolare per quanto riguarda lo stato civile o l'orientamento sessuale dei candidati.
“Entrambi i membri della coppia o la donna non sposata devono consenso prima dell'inseminazione artificiale o del trasferimento di embrioni.
“Quando si tratta di una coppia, è di ostacolo all'inseminazione o al trasferimento di embrioni:
“1° La morte di uno dei membri della coppia;
“2° La presentazione della domanda di divorzio;
“3° L'introduzione della domanda di separazione legale;
“4° La sottoscrizione di un accordo di divorzio o separazione organismo di comune accordo secondo le modalità previste dall'art 229-1 del codice civile;
“5° Cessazione della convivenza;
“6° La revoca scritta del consenso previsto al terzo comma del presente articolo dall'uno o dall'altro dei componenti della coppia con il medico incaricato di prestare assistenza medica al procreazione.

traduzione a cura di Valeria Cianciolo

Focus on