The last dance. Il Parere del Comitato di Bioetica in tema di suicidio assistito e il legislatore latitante di Valeria Cianciolo.

The last dance. Il Parere del Comitato di Bioetica in tema di suicidio assistito e il legislatore latitante di Valeria Cianciolo.

mercoledì, 7 agosto 2019
Dottrina | Disposizioni anticipate di trattamento
Parere comitato di Bioetica Parere comitato di Bioetica
The last dance. Il Parere del Comitato di Bioetica in tema di suicidio assistito e il legislatore latitante. Valeria Cianciolo The last dance. Il Parere del Comitato di Bioetica in tema di suicidio assistito e il legislatore latitante. Valeria Cianciolo

In attesa che il Parlamento decida se e come intervenire sulla tenuta costituzionale dell'aiuto al suicidio a seguito dell'ordinanza della Corte costituzionale sul caso di Marco Cappato, il Comitato nazionale di bioetica, pur offrendo un differente ventaglio di opinioni tra i suoi componenti, ha approvato  un parere che qui si allega,  prendendo posizione sul tema del suicidio medicalmente assistito sollevato dall'ordinanza n. 207/2018 della Corte costituzionale in merito al caso di Marco Cappato e alla sospetta illegittimità costituzionale dell'art. 580 del codice penale. 
Alcuni membri del CNB hanno manifestato la netta contrarietà alla legittimazione, sia etica che giuridica, del suicidio medicalmente assistito, e convergono nel ritenere che la difesa della vita umana debba essere affermata come un principio essenziale in bioetica, quale che sia la fondazione filosofica e/o religiosa di tale valore, che il compito inderogabile del medico sia l'assoluto rispetto della vita dei pazienti e che l' "agevolare la morte" segni una trasformazione inaccettabile del paradigma del "curare e prendersi cura".
 Altri membri del CNB sono favorevoli sul piano morale e giuridico alla legalizzazione del suicidio medicalmente assistito sul presupposto che il valore della tutela della vita vada bilanciato con altri beni costituzionalmente rilevanti, quali l'autodeterminazione del paziente e la dignità della persona.
Dopo  7 mesi dall'inizio della discussione su diverse proposte di legge sul tema, in Parlamento non si ha il coraggio di prendere una posizione su un tema tanto delicato e voluto dalla maggioranza del nostro Paese. Intanto, si avvicina il 24 settembre, data fissata dalla Consulta per la nuova udienza dove sarà presa la decisione sulla legittimità o meno dell'aiuto al suicidio.    Valeria Cianciolo

Focus on