Responsabilità dei genitori per i danni cagionati dai figli minori - Cass. sez. III, 14 marzo 2008, n. 7050

Responsabilità dei genitori per i danni cagionati dai figli minori - Cass. sez. III, 14 marzo 2008, n. 7050

Ove sussistano oggettive carenze educative i danni provocati dal minore per inosservanza delle norme della circolazione stradale possono comportare la responsabilità dei genitori

Ai sensi dell'art. 2048 c.c. i genitori sono responsabili dei danni cagionati dai figli minori che abitano con essi, sia per quanto concerne gli illeciti comportamenti che siano frutto di omessa o carente sorveglianza, sia per quanto concerne gli illeciti riconducibili a oggettive carenze nell'attività educativa che si manifestino nel mancato rispetto delle regole della civile coesistenza, vigenti nei diversi ambiti del contesto sociale in cui il soggetto si trovi ad operare. L'eventuale allontanamento del minore dalla casa dei genitori non vale di per sé ad esimere i genitori stessi da responsabilità, ove l'illecito comportamento del figlio sia riconducibile non all'omissione della contingente e quotidiana sorveglianza sul comportamento di lui, ma alle suddette oggettive carenze educative. In quest'ultimo ambito rientrano i danni provocati dalle manifestazioni di indisciplina, negligenza o irresponsabilità, nello svolgimento di attività suscettibili di arrecare danno a terzi, fra cui in particolare l'inosservanza delle norme della circolazione stradale.

Focus on