inserisci una o più parole da cercare nel sito
ricerca avanzata - azzera

Sulla configurabilità del delitto di circonvenzione di incapace - Cass. Pen., Sez. II, Sent., 07 aprile 2023, n. 14863

Mercoledì, 12 Aprile 2023
Giurisprudenza | Legittimità | Capacità
Cass. Pen., Sez. II, Sent., 07 aprile 2023, n. 14863; Pres. Verga, Rel. Cons. Di Pisa per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Il delitto di circonvenzione di incapace non esige che il soggetto passivo versi in stato di incapacità di intendere e di volere, essendo sufficiente anche una minorata capacità psichica, con compromissione del potere di critica ed indebolimento di quello volitivo, tale da rendere possibile l'altrui opera di suggestione e pressione. Rientra, pertanto, nella nozione di "deficienza psichica" ex art. 643 c.p. la minorata capacità psichica, con compromissione del potere di critica ed indebolimento di quello volitivo, tale da rendere possibile l'altrui opera di suggestione, perchè è "deficienza psichica" qualsiasi minorazione della sfera volitiva ed intellettiva che agevoli la suggestionabilità della vittima e ne riduca i poteri di difesa contro le altrui insidie. (FF)

 

Circonvenzione d'incapaci – Configurabilità – Presupposti; Rif. Leg. 643 c.p.

editor: Ferrandi Francesca