inserisci una o più parole da cercare nel sito
ricerca avanzata - azzera

Il figlio naturale in assenza di riconoscimento ha diritto all'assegno vitalizio? - Cass. Civ., Sez. I, Sent., 26 ottobre 2022, n. 31672

Cass. Civ., Sez. I, Sent., 26 ottobre 2022, n. 31672; Pres. Genovese, Rel. Cons. Parise per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Il diritto all'assegno vitalizio di cui all’art. 580 c.c., che sorge "ex lege" per responsabilità patrimoniale del genitore biologico avente fonte nel fatto procreativo, spetta anche al figlio che abbia già il diverso "status" di figlio altrui e nel novero dei figli "non riconoscibili" devono comprendersi anche coloro che, avendo un diverso stato di filiazione, per scelta consapevole non hanno impugnato il precedente riconoscimento o non hanno proposto azione di disconoscimento di paternità, non potendo negarsi al figlio, pena la violazione degli artt. 2 e 30 Cost., e 8 CEDU, la possibilità di scegliere tra la minore tutela successoria di cui all’art. 580 c.c., conservando la stabilità della sua identità familiare precedente, e quella "piena" che gli competerebbe ove facesse giuridicamente accertare la filiazione biologica. (FF)


Filiazione - Dichiarazione giudiziale di paternità e maternità naturale; Rif. Leg. Artt. 279 e 580 c.p.c.

autore: Ferrandi Francesca