La mancata esecuzione dolosa di provvedimenti del giudice civile relativi all’affidamento di minori - Cass. Pen., Sez. VI, Sent., 19 luglio 2022, n. 28401

La mancata esecuzione dolosa di provvedimenti del giudice civile relativi all’affidamento di minori - Cass. Pen., Sez. VI, Sent., 19 luglio 2022, n. 28401

Cass. Pen., Sez. VI, Sent., 19 luglio 2022, n. 28401; Pres. Fidelbo, Rel. Cons. Calvanese per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Ai fini della configurabilità del reato di mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice di cui all’art. 388 c.p., la condotta elusiva deve essere connotata da una componente di artificio, inganno o menzogna concretamente idonea a vulnerare le legittime pretese della controparte. Con riferimento all'elusione dei provvedimenti del giudice civile relativo all'affidamento di minori, il mero inadempimento non integra il reato di cui art. 388, secondo comma, c.p., occorrendo che il genitore affidatario si sottragga, con atti fraudolenti o simulati, all'obbligo di consentire le visite del genitore non affidatario, ostacolandole attraverso comportamenti implicanti un inadempimento in mala fede e non riconducibile ad una mera inosservanza dell'obbligo. (FF)


Diritto penale della famiglia – Mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice – Affidamento dei figli minori; Rif. Leg. Art. 388 c.p.