inserisci una o più parole da cercare nel sito
ricerca avanzata - azzera

Le condotte contrarie ai doveri del matrimonio legittimano la pronuncia di addebito - Tribunale di Reggio Emilia, sent. 11 maggio 2022 n. 602

Le reiterate violenze fisiche e morali inflitte da un coniuge all’altro costituiscono violazioni talmente gravi dei doveri nascenti dal matrimonio da fondare, di per sé sole, non solo la pronuncia di separazione personale, in quanto cause determinanti la intollerabilità della convivenza, ma anche la dichiarazione della sua addebitabilità all’autore di esse. 
Nel caso in esame, la donna aveva allegato di aver subito violenze dal marito, producendo copia di un referto medico e copia della querela sporta contro di lui.
Il marito rimaneva contumace non giustificando così, quanto emergeva dal referto; pertanto, il Collegio ha accolto la domanda di addebito della ricorrente. (VC)

Separazione giudiziale – Addebito – Rif. Leg. artt. 151 e 337 - ter cod. civ.