Inammissibile la riqualificazione in itinere della domanda di modifica. Tribunale di Verona, 26 aprile 2022, est. Dott. Luigi Fiorani

Inammissibile la riqualificazione in itinere della domanda di modifica. Tribunale di Verona, 26 aprile 2022, est. Dott. Luigi Fiorani

L’obbligato e le figlie maggiorenni hanno agito in sede di modifica delle condizioni di separazione per ottenere la corresponsione diretta del contributo al mantenimento in favore delle stesse, pendenti i termini per l’appello della sentenza nel frattempo intervenuta che disciplinava gli aspetti economici nel procedimento di divorzio. Sentenza successivamente impugnata, nelle more dell’art. 710 c.p.c. limitatamente ai capi relativi all’assegno divorzile.

Il Tribunale di Verona ha dichiarato inammissibile il ricorso per la modifica delle condizioni di separazione, promosso dall’obbligato e dalle figlie maggiorenni, a fronte dell’intervenuto passaggio in giudicato dei capi della sentenza di divorzio, relativi al medesimo thema decidendum del giudizio ex art. 710 c.p.c.

Il Tribunale ha altresì evidenziato l’impossibilità di riqualificare, in itinere, il procedimento come ex art. 9 l.898/1970 anche tenuto conto che sono stati gli stessi ricorrenti ad aver dato causa dell’evento impeditivo la pronuncia ex art. 710 c.p.c. per aver impugnato capi diversi della successiva sentenza di divorzio, così rendendo definitivi i capi relativi al contenzioso in corso. (BL)