Relazione extraconiugale e addebito della separazione - Cass. Civ., Sez. VI - 1, Ord., 17 marzo 2022, n. 8750

Relazione extraconiugale e addebito della separazione - Cass. Civ., Sez. VI - 1, Ord., 17 marzo 2022, n. 8750

Nel caso di specie, secondo la ricorrente non configurava la violazione dell'obbligo di fedeltà, di cui all'art. 143, comma 2, c.p.c., l'avere allacciato una corrispondenza epistolare e via chat con altro soggetto, dovendosi intendere per adulterio una relazione affettiva reale e non virtuale, fatta di incontri e di effusioni che nella specie non vi erano stati.
Secondo gli Ermellini, invece, i giudici di appello hanno correttamente affermato che le risultanze processuali acquisite evidenziavano, al di là di ogni dubbio, l'esistenza di una relazione extraconiugale della ricorrente riferibile quantomeno al 2014, specificando le circostanze di fatto ritenute rilevanti nelle pagine della sentenza impugnata, niente affatto riferibili ad uno scambio di corrispondenza epistolare e via chat tra la ricorrente e il cittadino algerino, ritenendo, dunque, sufficientemente provata anche l'infedeltà reale.
La S.C. ha, quindi, ritenuto infondato il motivo di impugnazione censurato nella parte in cui afferma che è ius receptum che per adulterio deve intendersi una relazione affettiva reale e non virtuale.
Francesca Ferrandi

Cass. Civ., Sez. VI - 1, Ord., 17 marzo 2022, n. 8750 - Pres. Parise, Rel. Cons. Caradonna per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

La relazione di un coniuge con estranei rende addebitabile la separazione ai sensi dell’art. 151 c.c., quando, in considerazione degli aspetti esteriori con cui è coltivata e dell'ambiente in cui i coniugi vivono, dia luogo a plausibili sospetti di infedeltà e quindi, anche se non si sostanzi in un adulterio, comporti offesa alla dignità e all'onore dell'altro coniuge. (FF)


Separazione dei coniugi – Addebito della separazione – Relazione extraconiugale; Rif. Leg. Artt. 143 e 151 c.c.