Negata la responsabilità risarcitoria per la mera violazione dei doveri matrimoniali  - Tribunale Trani, Sent., 6 gennaio 2022

Negata la responsabilità risarcitoria per la mera violazione dei doveri matrimoniali - Tribunale Trani, Sent., 6 gennaio 2022

lunedì, 31 gennaio 2022
Giurisprudenza | Merito | Illecito endofamiliare | Responsabilità civile | Separazione dei coniugi
Sezione Ondif di Trani
Tribunale Trani, Sent., 6 gennaio 2022, n. 23 – Pres. Rel. Labianca per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

La pronuncia di addebito non può fondarsi sulla sola violazione dei doveri posti dall'art. 143 cod. civ. a carico dei coniugi, essendo, invece, necessario accertare se tale violazione, lungi dall'essere intervenuta quando era già maturata una situazione di intollerabilità della convivenza, abbia, viceversa, assunto efficacia causale nel determinarsi della crisi del rapporto coniugale; e grava sulla parte che richieda l'addebito l'onere di provare sia la relativa condotta, sia la sua efficacia causale nel rendere intollerabile la prosecuzione della convivenza, mentre è onere di chi eccepisca l'inefficacia dei fatti posti a fondamento della domanda provare le circostanze su cui l'eccezione si fonda, vale a dire l'anteriorità della crisi matrimoniale all'accertata violazione. La mera violazione dei doveri matrimoniali od anche la pronuncia di addebito della separazione, non possono di per sé ed automaticamente integrare una responsabilità risarcitoria, dovendo, in particolare, quanto ai danni non patrimoniali, riscontrarsi la concomitante esistenza di tutti i presupposti ai quali l'art. 2059 cod. civ., riconnette detta responsabilità, sotto la categoria e la disciplina dei danni non patrimoniali tutti i danni risarcibili non aventi contenuto economico. L'art. 156 cod. civ. prevede varie forme di garanzia in caso di inadempimento dell'obbligo di mantenimento verso il coniuge e i figli, tra cui il sequestro dei beni del coniuge obbligato: il sequestro come l'ordine diretto a terzo non prevedono un generico pericolo nel ritardo, ma un preciso inadempimento dell'obbligato.


  Separazione coniugi - Violazione dei doveri matrimoniali – Responsabilità civile – Risarcimento dei danni – Rif. Leg.  artt. 143, 156, 6 co., 2043 e 2059 cod. civ.; art. 709 c.p.c.