Acquisto della cittadinanza da parte del coniuge straniero o apolide e cause ostative al riconoscimento: a chi spetta la giurisdizione? - Cass. Civ., Sez. Un., Sent., 14 gennaio 2022, n. 1053

Acquisto della cittadinanza da parte del coniuge straniero o apolide e cause ostative al riconoscimento: a chi spetta la giurisdizione? - Cass. Civ., Sez. Un., Sent., 14 gennaio 2022, n. 1053

Cass. Civ., Sez. Un., Sent., 14 gennaio 2022, n. 1053; Pres. Curzio, Rel. Cons. Mercolino per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Il criterio generale di ripartizione della giurisdizione applicabile alle controversie in materia di acquisto della cittadinanza, assegna alla giurisdizione dell’autorità giudiziaria ordinaria quelle aventi ad oggetto le ipotesi di acquisto automatico o volontario, fatta eccezione per quelle riguardanti l’acquisto da parte del coniuge straniero o apolide di un cittadino italiano nelle quali si controverta della sussistenza delle esigenze di sicurezza pubblica ostative al riconoscimento, le quali restano devolute alla giurisdizione del giudice amministrativo, così come quelle riguardanti le ipotesi di acquisto per concessione.


Stranieri – Cittadinanza – Regolamento di giurisdizione; Rif. Leg. Art. 41 c.p.c. e d.lgs. n. 286 del 1998.

Focus on