Competente il T.M. per la nomina del tutore del minore straniero non accompagnato  - Cass. Civ., Sez. VI-1, ord. 29 dicembre 2021 n. 41930

Competente il T.M. per la nomina del tutore del minore straniero non accompagnato - Cass. Civ., Sez. VI-1, ord. 29 dicembre 2021 n. 41930

mercoledì, 29 dicembre 2021
Giurisprudenza | Legittimità | Minori | Stranieri
Cass. Civ., Sez. VI-1, ord. 29 dicembre 2021 n. 41930 – Pres. Bisogni, Cons. Rel. Scotti per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Ai sensi dell'art. 2 della l. n. 47 del 2017 e ai fini dell'applicazione degli istituti di tutela apprestati dall'ordinamento si qualifica come "minore straniero non accompagnato", il minorenne non avente cittadinanza italiana o dell’Unione Europea che si trova per qualsiasi causa nel territorio dello Stato o che è altrimenti sottoposto alla giurisdizione italiana, privo di assistenza e di rappresentanza da parte dei genitori o di altri adulti per lui legalmente responsabili in base alle leggi vigenti nell’ordinamento italiano, allo scopo di garantirne l'interesse superiore e di esercitare la capacità di agire per suo conto, ove necessario. Ne consegue che è competente il tribunale per i minorenni e non il tribunale ordinario in funzione di giudice tutelare all'apertura di una tutela per un minore straniero, privo di genitori sul territorio nazionale, ma da questi affidato, con atto notarile, alle cure ed alla rappresentanza legale del fratello dimorante in Italia, non potendosi considerare tale forma di delega della responsabilità genitoriale valida nel nostro ordinamento.  Sono minori stranieri non accompagnati anche i minori che siano stati affidati a parenti entro il 4 grado, come è pure confermato dall’art. 10 lett. b) della l. n. 47 del 2017 che dispone che quando la legge dispone il divieto di respingimento o di espulsione, il questore rilascia il permesso di soggiorno per motivi familiari, per il minore di quattordici anni affidato, anche ai sensi dell'articolo 9, comma 4, della legge 4 maggio 1983, n. 184, e successive modificazioni, o sottoposto alla tutela di un cittadino italiano con lo stesso convivente, ovvero per il minore ultraquattordicenne affidato, anche ai sensi del medesimo articolo 9, comma 4, della legge n. 184 del 1983, e successive modificazioni, o sottoposto alla tutela di uno straniero regolarmente soggiornante nel territorio nazionale o di un cittadino italiano con lo stesso convivente. E’il TM l’organo competente a nominare il tutore perché meglio rispondente per la sua specializzazione a tutelare il superiore interesse del minore.   Minore straniero non accompagnato – Requisiti – Regolamento di competenza – Competenza del Tribunale per i minorenni -  Rif. Leg. Legge 7 aprile 2017, n. 47 (Disposizioni in materia di misure di protezione dei minori stranieri non accompagnati); Legge 4 maggio 1983, n. 184.

 

Focus on