Condanna per maltrattamenti e sospensione dell'ordine di esecuzione di pene detentive - Cass. Pen., Sez. I, Sent., 24 novembre 2021, n. 43314

Condanna per maltrattamenti e sospensione dell'ordine di esecuzione di pene detentive - Cass. Pen., Sez. I, Sent., 24 novembre 2021, n. 43314

Cass. Pen., Sez. I, Sent., 24 novembre 2021, n. 43314; Pres. Zaza, Cons. Rel. Santalucia per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

In tema di sospensione dell'ordine di esecuzione di pene detentive, la condanna per il reato previsto  dall’art. 572, comma secondo, c.p., costituisce causa ostativa alla sospensione dell'ordine di esecuzione, nonostante l'abrogazione di detta norma, operata dall'art. 1, comma 1-bis, del d.l. 14 agosto 2013, n.93, convertito nella legge 15 ottobre 2013, n. 119, attesa la natura "mobile" del rinvio contenuto nell’art. 656, comma 9, c.p.p. all’art. 572, comma secondo, c.p., e la continuità normativa tra l'ipotesi formalmente abrogata e l'analoga previsione di cui agli artt. 572, comma primo e 61, comma primo, n.11-quinquies, c.p.


Diritto penale della famiglia - Pene detentive - Sospensione dell'ordine di esecuzione - Divieto per reati ostativi - Condanna per il reato di maltrattamenti in danno di minore infraquattordicenne - Formale abrogazione dell’art. 572, comma secondo, c.p. - Rilevanza - Esclusione – Ragioni; Rif. Leg. Art. 572, comma secondo, c.p.

Focus on