Grava sull’erede dimostrare il decesso della parte originaria e la propria qualità di successore  - Cass. Civ., Sez. VI-2, Ord., 22 novembre 2021, n. 36042

Grava sull’erede dimostrare il decesso della parte originaria e la propria qualità di successore - Cass. Civ., Sez. VI-2, Ord., 22 novembre 2021, n. 36042

martedì, 23 novembre 2021
Giurisprudenza | Legittimità | Processo civile | Successioni
Cass. Civ., Sez. VI-2, Ord., 22 novembre 2021, n. 36042; Pres. Lombardo, Rel. Oliva per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Colui che, assumendo di essere erede di una delle parti originarie del giudizio, intervenga in un giudizio civile pendente tra altre persone, ovvero lo riassuma a seguito di interruzione, o proponga impugnazione, deve fornire la prova, ai sensi dell’art. 2697 c.c., oltre che del decesso della parte originaria, anche della sua qualità di erede di quest'ultima.



Processo civile - Interruzione del processo - Riassunzione - Morte della parte - Successione - Riassunzione, intervento od impugnazione dell'erede - Prova della sua qualità; Rif. Leg. Artt. 2697 c.c. e 299 ss. c.p.c.

Focus on