Adozione mite. La Cassazione ne conferma l’importanza -  Cass. Civ., Sez. I , ord. 22 novembre 2021 n. 35840

Adozione mite. La Cassazione ne conferma l’importanza - Cass. Civ., Sez. I , ord. 22 novembre 2021 n. 35840

lunedì, 22 novembre 2021
Giurisprudenza | Adozione | Legittimità
Cass. Civ., Sez. I, ord. 22 novembre 2021 n. 35840 per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

L'adozione cd. "legittimante", che determina, oltre all'acquisto dello stato di figlio degli adottanti in capo all'adottato, ai sensi dell'art. 27, comma 1, della legge 4 maggio 1983, n. 184, la cessazione di ogni rapporto dell'adottato con la famiglia d'origine, ai sensi del terzo comma, coesiste nell'ordinamento con la diversa disciplina dell'"adozione in casi particolari", prevista dall'art. 44 della legge n. 184 del 1983, che non comporta l'esclusione dei rapporti tra l'adottato e la famiglia d'origine. Il giudice chiamato a decidere sulla dichiarazione di adottabilità del minore in stato di abbandono, in applicazione degli artt. 8 CEDU, 30 Cost., 1, l. n. 184 del 1983, e 315 bis, comma 2, c.c., deve accertare l'interesse del medesimo a conservare il legame con i suoi genitori biologici, pur se deficitari nelle loro capacità genitoriali, costituendo l'adozione legittimante una "extrema ratio", cui può pervenirsi nel solo caso in cui non si ravvisi tale interesse; in questo contesto il modello di adozione in casi particolari di cui all'art. 44, lett. d), della l. n. 184 del 1983 può, ricorrendone i presupposti, costituire una forma di cd. adozione mite, idonea a non recidere del tutto nell'interesse del minore il rapporto tra quest'ultimo e la famiglia di origine.


ADOZIONE - Condizioni - Situazione di abbandono - In genere - Adozione del minore d'età - Pluralità di modelli di adozione - Adozione legittimante - Adozione cd. "mite" - Differenze - Criteri di valutazione da parte del giudice Adozione (di minori) in casi particolari - Rif. Leg. art. 1,8 e 12 della Legge 4 maggio 1983, n. 184; artt. 29, 30, 31 e 32 Cost.; artt. 336 e 336 bis cod. civ.

Focus on