In assenza della prova dello svolgimento da parte del marito di attività lavorativa

In assenza della prova dello svolgimento da parte del marito di attività lavorativa "in nero" niente assegno per la moglie - Cass. Civ., Sez. I, Ord., 04 novembre 2021, n. 31836

Nel caso di specie, la Cassazione ha confermato la sentenza emessa dalla Corte di appello di Firenze ad avviso della quale, non sussistevano i presupposti, di cui alla L. n. 898 del 1970, art. 5, comma 6, per il riconoscimento dell'assegno, avuto riguardo sia al criterio del difetto di indipendenza economica del coniuge richiedente sia a quello della conservazione tendenziale del tenore di vita matrimoniale, essendo entrambe le parti titolari delle abitazioni in cui vivevano e di redditi da lavoro per importi di minima differenza, non essendovi prova, neppure indiziaria, dello svolgimento da parte dell'ex di attività lavorativa "in nero".


Francesca Ferrandi

Focus on