Separazione e divorzio. L'appello è trattato e deciso in camera di consiglio - Cass. Civ., Sez. VI - 1, Ord., 10 novembre 2021, n. 33175

Separazione e divorzio. L'appello è trattato e deciso in camera di consiglio - Cass. Civ., Sez. VI - 1, Ord., 10 novembre 2021, n. 33175

Cass. Civ., Sez. VI - 1, Ord., 10 novembre 2021, n. 33175 - Pres. Bisogni, Cons. Rel. Di Marzio per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

L'appello avverso la sentenza di separazione personale dei coniugi o di divorzio, per espressa previsione di legge (L. n. 74 del 1987, art. 23 e della L. n. 898 del 1970, art. 4, comma 15), è trattato e deciso in camera di consiglio, il che comporta che l'intero giudizio di impugnazione sia regolato dal rito camerale. Il giudizio è sottoposto al rito camerale: e, per conseguenza, non prevede l'assegnazione dei termini per conclusionali e repliche ai sensi dell'art. 190 c.p.c., in ossequio al principio secondo cui i procedimenti camerali contenziosi, fermo il rispetto del principio del contraddittorio, sono caratterizzati da particolare celerità e semplicità di forme, sicchè con essi sono incompatibili le disposizioni che regolano la fase decisoria nel processo ordinario di cognizione e, segnatamente, quelle di cui agli artt. 189 e 190 c.p.c.


Separazione - Processo – Rito camerale – Rif. Leg. art. 4, comma 15 Legge 1 dicembre 1970 n. 898; artt. 189, 190 e 281- sexies c.p.c.

Focus on