Testamento olografo e travisamento probatorio - Cass. Civ., Sez. VI – 2, ord., 4 novembre 2021, n. 31726

Testamento olografo e travisamento probatorio - Cass. Civ., Sez. VI – 2, ord., 4 novembre 2021, n. 31726

lunedì, 8 novembre 2021
Giurisprudenza | Legittimità | Processo civile | Successioni
Cass. Civ., Sez. VI – 2, ord., 4 novembre 2021, n. 31726 – Pres. Lombardo, Cons. Rel. Grasso per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Il giudice di legittimità non è chiamato a valutare la prova, ma ad accertare il travisamento. La distinzione tra il riesame del fatto, non consentito, e il travisamento probatorio è piuttosto netta: l'emergenza probatoria decisiva non valutata e, per contro, solo l'emergenza probatoria decisiva distortamente valutata rispetto alla sua vera, documentata e compiutamente allegata consistenza o, addirittura il caso di apprezzamento di prova inesistente, implicano il vizio relativo all'omesso esame di un fatto storico; giammai può veicolarsi improprio accesso al vaglio di merito chiedendo al Giudice della legittimità, come in questo caso, una complessiva rivalutazione dell'intero quadro probatorio, peraltro evocando specificamente, sotto il profilo dell'autosufficienza, tutte le acquisizioni istruttorie.

Testamento olografo – Ricorso per cassazione - Valutazione delle prove – Rif. Leg. art. 360 c.p.c.

 

Focus on