Il mancato sacrificio di aspettative professionali non elide la componente perequativa-riequilibratrice dell'assegno di mantenimento - Cass. Civ., Sez. VI - 1, ord., 20 ottobre 2021 n. 29195

Il mancato sacrificio di aspettative professionali non elide la componente perequativa-riequilibratrice dell'assegno di mantenimento - Cass. Civ., Sez. VI - 1, ord., 20 ottobre 2021 n. 29195

venerdì, 22 ottobre 2021
Giurisprudenza | Legittimità | Divorzio
Cass. Civ., Sez. VI - 1, ord., 20 ottobre 2021 n. 29195 - Pres. Ferro, Cons. Rel. Fidanzia per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Il mancato sacrificio di aspettative professionali ed economiche del coniuge cd. debole può incidere, riducendola, sulla componente perequativa-riequilibratrice dell'assegno di mantenimento, ma non azzerarla, ove risulti che il coniuge abbia con le proprie maggiori incombenze familiari comunque contribuito, oltre alla realizzazione della vita familiare, al successo professionale (ed economico) dell'altro coniuge e, conseguentemente, alla formazione del patrimonio familiare e personale di tale coniuge.


Assegno divorzile – Quantificazione – Rif. Leg.  art. 5 Legge 1 dicembre 1970 n. 898  

Focus on