Revoca dell’assegno di mantenimento per il figlio assunto con contratto a tempo determinato - Tribunale di Chieti, decr. 28 gennaio 2020

Revoca dell’assegno di mantenimento per il figlio assunto con contratto a tempo determinato - Tribunale di Chieti, decr. 28 gennaio 2020

Si ringrazia Avv. Antonella Capretti Presidente della sezione ONDIF di Chieti e l’Avv. Marta Vacca per la segnalazione del provvedimento

mercoledì, 6 ottobre 2021
Giurisprudenza | Mantenimento dei figli | Merito
Sezione Ondif di Chieti
Tribunale di Chieti, decr. 28 gennaio 2020 – Pres. Falco, Giud. Rel. Grassi per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

L’avvenuto inserimento nel mondo del lavoro, da parte del figlio maggiore d’età, determina la cessazione di qualsiasi pretesa, in merito a un eventuale contributo al suo mantenimento, da parte dei genitori. Il figlio maggiore d’età con un contratto di lavoro a tempo determinato, dimostra un’adeguata capacità di mantenersi in via autonoma, non possono assumere rilievo eventuali circostanze sopravvenute, le quali, abbiano determinato l’effetto di renderlo privo, momentaneamente, d’un sostegno economico; siffatte circostanze, infatti, per principio consolidato, non sono idonee a far rivivere l’obbligo al mantenimento, ormai estinto.

Mantenimento figlio maggiorenne – Assegnazione casa coniugale – Revoca dell’assegno - Rif. Leg. art. 337 septies cod. civ.

Focus on