Adescamento di minorenni: reato configurabile anche se il minore ha già avuto esperienze sessuali - Cass. Pen., Sez. III, Sent., 28 settembre 2021, n. 35625

Adescamento di minorenni: reato configurabile anche se il minore ha già avuto esperienze sessuali - Cass. Pen., Sez. III, Sent., 28 settembre 2021, n. 35625

Relativamente al dolo specifico ("allo scopo di commettere i reati di cui agli artt. 600, 600 bis, 600 ter e 600 quater c.p., anche se relativi al materiale pornografico di cui agli artt. 600 quater.1, 600 quinquies, 609 bis, 609 quater, 609 quinquies e 609 octies") per il reato di adescamento, secondo gli Ermellini, la Corte di appello torinese ha correttamente evidenziato sia le conversazioni con la minore (esplicite per lo scopo sessuale, in progressione evidente, tanto che la ragazza rispondeva esplicitamente con frasi di rapporti sessuali orali - come riferito dalla madre che aveva letto i messaggi) e sia le dichiarazioni della madre sul contenuto dei messaggi e di uno in particolare (scritto o vocale) nel quale il ricorrente espressamente chiedeva alla minore foto nude.


Francesca Ferrandi

giovedì, 30 settembre 2021
Giurisprudenza | Legittimità | Diritto penale minorile | Minori
Cass. Pen., Sez. III, Sent., 28 settembre 2021, n. 35625; Pres. Di Nicola, Rel. Cons. Socci per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

L'adescamento è un reato di pericolo concreto volto ad evitare il rischio della commissione di più gravi reati. La norma sanziona una condotta che precede l'abuso del minore, anticipando in tal modo la soglia della punibilità (c.d. child grooming). Si tratta di un reato di c.d. pericolo indiretto, avendo il legislatore anticipato la repressione di condotte meramente preparatorie (di reati che sono ancora tutti nella mente del reo), prima ancora che gli atti possano considerarsi idonei e diretti in modo non equivoco a commettere il reato scopo (art. 56 c.p.).  Se gli atti fossero già idonei e diretti in modo non equivoco a commettere un reato fine contro il minore non sarebbe configurabile il reato di adescamento, ma il tentativo del reato fine; infatti, la norma evidenzia la clausola "se il fatto non costituisce più grave reato".


Delitti contro la persona – Adescamento di minorenni – Minori; Rif. Leg. Art. 609-undecies c.p.c

Focus on