Adozione. Stato di abbandono e inidoneità dei genitori di recuperare la capacità genitoriale - Cass. Civ., Sez. I, Ord., 20 settembre 2021, n. 25341

Adozione. Stato di abbandono e inidoneità dei genitori di recuperare la capacità genitoriale - Cass. Civ., Sez. I, Ord., 20 settembre 2021, n. 25341

Nel caso di specie, secondo la Corte di Appello, la formulazione di un giudizio di inidoneità genitoriale, non recuperabile in tempi consoni allo sviluppo psicofisico dei minori, era dovuta: alla grave carenza del ricorrente (e della moglie) nel riconoscere i bisogni emotivi ed affettivi dei figli in quanto concentrato sulle proprie vicende personali; alla limitata capacità di comprendere il comportamento proprio e dei minori in termini di stati mentali e all'attribuzione della responsabilità a totale carico del mondo esterno, ritenendosi estraneo a qualunque responsabilità rispetto agli eventi. Tale evidente approccio mentale del padre (come della madre) nei rapporti con i figli minori è stato pienamente riscontrato, secondo la ricostruzione della Corte d'Appello, nella valutazione psicologica e neuropsichiatrica delle minori dichiarate adottabili.


Francesca Ferrandi

Cass. Civ., Sez. I, Ord., 20 settembre 2021, n. 25341; Pres. Scaldaferri, Rel. Cons. Fidanzia per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

La situazione di abbandono, quale presupposto necessario per la dichiarazione dello stato di adottabilità, è configurabile quando si accerti che la vita offerta al minore dai congiunti sia inadeguata al normale sviluppo psico-fisico, così che la rescissione del legame familiare diviene uno strumento necessario per evitare per il bambino un più grave pregiudizio.
Lo stato di abbandono che giustifica la dichiarazione di adottabilità ricorre, pertanto, allorquando i genitori non siano in grado di assicurare al minore quel minimo di cure materiali, di calore affettivo e di aiuto psicologico indispensabili allo sviluppo e alla formazione della sua personalità, senza che tale situazione sia dovuta a motivi di carattere transitorio (L. n. 184 del 1983, art. 8), considerati in base ad una valutazione che, involgendo un accertamento di fatto, spetta al giudice di merito.


Adozione - Dichiarazione di adottabilità - Stato di abbandono; Rif. Leg. L. n. 184 del 1983.

Focus on