Reddito di cittadinanza: occorre dichiarare anche l’esistenza e la tipologia dei precedenti penali riportati dal coniuge - Cass. Pen., Sez. III, Sent., 15 settembre 2021, n. 34121

Reddito di cittadinanza: occorre dichiarare anche l’esistenza e la tipologia dei precedenti penali riportati dal coniuge - Cass. Pen., Sez. III, Sent., 15 settembre 2021, n. 34121

Cass. Pen., Sez. III, Sent., 15 settembre 2021, n. 34121; Pres. Liberati, Rel. Cons., Noviello per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Il fumus del reato di cui all’art. 7 del decreto-legge n. 4 del 2019, convertito dalla legge n. 26 del 2019, punisce la condotta di chiunque, al fine di ottenere indebitamente il beneficio del reddito di cittadinanza, rende o utilizza dichiarazioni o documenti falsi o attestanti cose non vere, ovvero omette informazioni dovute. (Nel caso di specie, l’indagata, nel modulo INPS, aveva omesso di dichiarare che il coniuge era stato condannato, tra l’altro, per delitti aggravati ai sensi dell’art. 416-bis c.p.c.).


Diritto penale della famiglia – Condanna del coniuge per associazione mafiosa – Omissione -Reddito di cittadinanza – Esclusione; Rif. Leg. Art. 7 legge n. 26/2019; art. 416-bis c.p.c.

Focus on