Assegno divorzile e scelta del lavoro part time. Il giudice deve valutarne le motivazioni  - Cass. Civ., Sez. I, Ord., 23 agosto 2021, n. 23318

Assegno divorzile e scelta del lavoro part time. Il giudice deve valutarne le motivazioni - Cass. Civ., Sez. I, Ord., 23 agosto 2021, n. 23318

martedì, 24 agosto 2021
Giurisprudenza | Divorzio | Legittimità
Cass. Civ., Sez. I, Ord., 23 agosto 2021, n. 23318; Pres. Genovese, Rel. Cons. Mercolino per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Ai fini del riconoscimento del diritto all’assegno di divorzio, la verifica dell’inadeguatezza dei mezzi economici a disposizione della richiedente e dell’incapacità di procurarseli per ragioni obiettive, deve tener conto della scelta, dalla stessa compiuta, di lavorare a tempo parziale, pur essendo titolare di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato e, quindi, perfettamente in grado di ottenere emolumenti aggiuntivi attraverso lo svolgimento di un’attività lavorativa a tempo pieno.


Divorzio – Assegno di divorzio; Rif. Leg. Art. 5 legge n. 898 del 1970

 

Focus on