Intrattenere plurimi contatti corporei con una minore, attraverso baci sulla guancia, lede l’integrità psico-fisica della stessa - Cass. Pen., Sez. III, Sent., 03 agosto 2021, n. 30270

Intrattenere plurimi contatti corporei con una minore, attraverso baci sulla guancia, lede l’integrità psico-fisica della stessa - Cass. Pen., Sez. III, Sent., 03 agosto 2021, n. 30270

Nel caso di specie, la Cassazione ha ritenuto la soluzione adottata dalla Corte territoriale immune da censure nella parte in cui ha concluso per la qualificazione della condotta dell'imputato nella forma compiuta e non solo tentata, atteso che l'imputato, dopo essersi precostituita una occasione di gita in luogo lontano da quello della residenza delle due minori, intratteneva plurimi contatti corporei con le stesse attraverso baci sulla guancia, nonostante la minore gli chiedesse di smettere, oltre ad esibire un fallo di plastica con commenti sessualmente equivoci, atti tutti percepiti dalle ragazzine come invasivi e fastidiosi, essendosi in tal modo realizzata la lesione alla integrità psico-fisica delle minori, che il legislatore ha inteso tutelare nella prospettiva di un corretto sviluppo della sessualità del minore, soprattutto se neppure adolescente.


 



martedì, 10 agosto 2021
Giurisprudenza | Legittimità | Minori | Violenza
Cass. Pen., Sez. III, Sent., 03 agosto 2021, n. 30270; Pres. Marini, Rel. Cons. Rosi per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

In merito alla nozione di atto sessuale e quindi alla integrazione del reato consumato e non di un mero tentativo, il bacio sulla guancia, in quanto atto non direttamente indirizzato a zone chiaramente definibili come erogene, configura violenza sessuale, nella forma consumata e non tentata, allorquando, in base ad una valutazione complessiva della condotta che tenga conto del contesto ambientale e sociale in cui l'azione è stata realizzata, del rapporto intercorrente tra i soggetti coinvolti e di ogni altro dato fattuale qualificante, possa ritenersi che abbia inciso sulla libertà sessuale della vittima. Si tratta, inoltre, di una valutazione di merito, che deve tenere conto della condotta nel suo complesso, della sua incidenza sulla libertà sessuale della persona offesa e di ogni altro dato fattuale qualificante.

 

Violenza – Delitti contro la persona; Rif. Leg. Art. 609-quater c.p.

Focus on