Non è configurabile il delitto di molestia alle persone nel caso di messaggi inviati con posta elettronica - Cass. Pen., Sez. I, Sent., 23 luglio 2021, n. 28959

Non è configurabile il delitto di molestia alle persone nel caso di messaggi inviati con posta elettronica - Cass. Pen., Sez. I, Sent., 23 luglio 2021, n. 28959

Cass. Pen., Sez. I, Sent., 23 luglio 2021, n. 28959; Pres. Boni, Rel. Cons. Aliffi per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Ai fini della configurabilità del reato di molestia o disturbo alla persona, al mezzo del telefono deve equipararsi qualsiasi mezzo di trasmissione - tramite rete telefonica e rete cellulare delle bande di frequenza - di voci e suoni imposti al destinatario senza alcuna possibilità di sottrarsi all'immediata interazione con il mittente, se non dismettendo l'uso del telefono.


Delitti contro la persona – Molestie - Elemento oggettivo - Utilizzazione di messaggi di posta elettronica inviati tramite "personal computer" - Configurabilità del reato - Condizioni - Indicazione – Fattispecie; Rif. Leg. Art. 660 c.p.

Focus on