Immigrazione e autorizzazione alla permanenza in Italia dei familiari degli stranieri minori d’età - Cass. Civ., Sez. III, Ord., 19 luglio 2021, n. 20574

Immigrazione e autorizzazione alla permanenza in Italia dei familiari degli stranieri minori d’età - Cass. Civ., Sez. III, Ord., 19 luglio 2021, n. 20574

mercoledì, 21 luglio 2021
Giurisprudenza | Legittimità | Immigrazione | Minori | Stranieri
Cass. Civ., Sez. III, Ord., 19 luglio 2021, n. 20574; Pres. Frasca, Rel. Cons. Di Florio per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Ai fini della valutazione circa la sussistenza dei gravi motivi per il rilascio dell'autorizzazione alla permanenza in Italia dei familiari degli stranieri minori di età, il tribunale per i minorenni nell'effettuare il giudizio prognostico circa le conseguenze alle quali il minore sarebbe esposto a seguito dell'allontanamento dei genitori o dello sradicamento dall'ambiente in cui il minore è nato o vissuto, qualora segua il genitore espulso nel luogo di destinazione, deve considerare anche le ricadute negative che deriverebbero al minore dal mutamento della situazione economica della famiglia conseguente alla perdita del lavoro da parte dei genitori, in quanto il deterioramento di tali condizioni è idoneo ad incidere non solo sul piano economico, ma anche sul piano relazionale ed affettivo del minore.


Immigrazione - Straniero - Minore straniero soggiornante in Italia - Autorizzazione temporanea ex 31, c. 3 del d. lgs. n. 286 del 1998 - Valutazione dei gravi motivi - Conseguenze economiche dell'eventuale rimpatrio dei genitori - Rilevanza - Condizioni – Fattispecie; Rif. Leg. Art. 31 D.Lgs. n. 286/1988; art. 8 CEDU.

Focus on