Si ha sottrazione internazionale se è violato l’accordo tra i genitori per l’esercizio del diritto di custodia - Cass. civ., Sez. I, ord. 30 giugno 2021, n. 18602

Si ha sottrazione internazionale se è violato l’accordo tra i genitori per l’esercizio del diritto di custodia - Cass. civ., Sez. I, ord. 30 giugno 2021, n. 18602

Cass. civ., Sez. I, ord. 30 giugno 2021, n. 18602 – Pres. Acierno, Cons. Rel. Iofrida per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Non si può legittimamente derogare al contenuto ed alle pattuizioni stabilite in un accordo fra i genitori in ordine all'esercizio del diritto di custodia del minore e, in particolare, procedere allo spostamento della sua residenza, così come espressamente ivi previsto, senza l'accordo con l'altro genitore, titolare ed esercente la responsabilità genitoriale. La violazione dell'accordo e del diritto di custodia anche del padre ivi consacrato determina l'illecito di sottrazione di minore contestato. L'ordine di rientro del minore può essere rifiutato, quindi, solo in presenza delle condizioni ostative di cui all'art. 13 della Convenzione dell'Aja, consistenti o nel mancato esercizio del diritto di affidamento in sede di trasferimento o di rientro o nel fondato rischio di un pregiudizio per il minore.

 

Sottrazione internazionale - Rif. Leg. artt. 12 e 13 della Convenzione de L’Aja del 1980

Focus on