Nell'adozione in casi particolari l'interesse del candidato genitore va soppesato con quello del minore - Corte Appello di Bologna, 27 gennaio 2021

Nell'adozione in casi particolari l'interesse del candidato genitore va soppesato con quello del minore - Corte Appello di Bologna, 27 gennaio 2021

mercoledì, 9 giugno 2021
Giurisprudenza | Adozione | Merito
Sezione Ondif di Bologna
Corte d'Appello di Bologna, Sez. Minori, Est. Allegra, sentenza 27.01.21 per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Non può ritenersi che, pur in presenza del necessario assenso di entrambi i genitori (ex art. 46 Lg. 184/1983), l'interesse del minore all'adozione in casi particolari di cui all'art. 44 lett. b l. 184/1983 debba essere presunto, dovendosi escludere che in ogni caso di crisi della relazione — matrimoniale o non matrimoniale — fra i genitori e conseguente celebrazione di nuove nozze da parte del genitore con il quale il minore sia prevalentemente convivente, possa accedersi all'istituto dell'adozione in esame, non essendo il rapporto genitoriale e neppure la responsabilità genitoriale nella libera disponibilità delle parti, ma dovendo essere soppesate le specifiche ragioni che ne giustificano la modifica, alla luce delle condizioni personali e relazionali dei soggetti coinvolti.


Rif. Leg.: art 44 co. 1 lett. b) Lg. 184/1983

 

* si ringrazia l'avv. Valeria Mazzotta, resp. Ondif sez. bolognese.

Focus on