L’inadempimento di un accordo patrimoniale non esonera il coniuge dall’obbligo di versare il mantenimento dei figli - Cass. Pen., Sez. VI, sent. 3 maggio 2021 n. 16788

L’inadempimento di un accordo patrimoniale non esonera il coniuge dall’obbligo di versare il mantenimento dei figli - Cass. Pen., Sez. VI, sent. 3 maggio 2021 n. 16788

martedì, 4 maggio 2021
Giurisprudenza | Legittimità | Mantenimento dei figli
Cass. Pen., Sez. VI, sent. 3 maggio 2021 n. 16788 – Pres. Fidelbo, Cons. Rel. Amoroso per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

La stipula di un accordo patrimoniale fra i coniugi con il quale si prevedano differenti modalità di partecipazione agli obblighi di mantenimento, rispetto alle disposizioni del giudice civile in sede di separazione, ove tale accordo rimanga inattuato, non esonera il coniuge dall’obbligo di versare gli assegni mensili stabiliti dal giudice per il mantenimento dei figli. Ritenuto infondato uno dei morivi del ricorso concernente il trattamento sanzionatorio: nel caso di specie, il giudice ha riconosciuto le attenuanti generiche adeguandosi ad un principio consolidato della Corte secondo il quale la concessione o meno delle attenuanti generiche rientra nell'ambito di un giudizio di fatto rimesso alla discrezionalità del giudice, il cui esercizio deve essere motivato nei soli limiti atti a far emergere in misura sufficiente la sua valutazione circa l'adeguamento della pena concreta alla gravità effettiva del reato ed alla personalità del reo.  

Mantenimento dei figli minori - Violazione obblighi di mantenimento – Sospensione condizionale della pena – Rif. Leg. art. 12 sexies Legge 1 dicembre 1970 n. 898; Artt. 337 - ter e 337 -quinquies cod. civ.; artt. 165 e 570 bis cod. pen.

Focus on