La scarsità di risorse non può comportare la dichiarazione di adottabilità. Corte d'Appello di Venezia 16 aprile 2021

La scarsità di risorse non può comportare la dichiarazione di adottabilità. Corte d'Appello di Venezia 16 aprile 2021

martedì, 27 aprile 2021
Giurisprudenza | Adozione | Merito
Sezione Ondif di Venezia
Corte d'appello di Venezia, sezione minori, sentenza 16.04.2021, Est. Dott. Campagnolo per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

La Corte d'Appello di Venezia ha riformato la sentenza del Giudice Minorile revocando la dichiarazione dello stato di adottabilità di una minore, la sospensione dalla responsabilità genitoriale della madre nonché la sospensione dai contatti della minore con la genitrice ed i prossimi congiunti, pur confermando il collocamento eterofamiliare della bambina.

Il Giudice di secondo grado ha ritenuto, articolatamente, che motivazioni di natura meramente economica non possano dar luogo a procedure di adottabilità e non debbano impedire una ripresa delle relazioni tra la madre, i fratelli e la bambina; non sono emersi, infatti, elementi di concreto pregiudizio per la cura quotidiana degli altri figli non allontanati dal nucleo familiare.

I fratelli della minore risultano essere bambini curati nella persona e non presentare problemi di comportamento tali da segnalare difficoltà relazionali con la genitrice sospesa nella responsabilità genitoriale unicamente per l’ultimogenita.

Pertanto, proprio il collocamento presso la madre degli altri figli nei termini descritti, ha impedito ai Giudici di secondo grado di confermare un giudizio negativo sulla capacità dell'appellante come genitore, per la quale l'aiuto dei servizi socio sanitari dovrà essere inteso come una risorsa e non come uno stigma.



Rif. Leg. art. 17 L. 184/1983


* si ringrazia l'avv. Ilaria Monchera, associata ondif sez. Verona

Focus on