Sospetto di evasione fiscale: sì all'accertamento per prelievi e versamenti sul conto corrente del coniuge anche se in regime di separazione dei beni - Cass. Civ., Sez. VI - 5, Ord., 06 aprile 2021 n. 9220

Sospetto di evasione fiscale: sì all'accertamento per prelievi e versamenti sul conto corrente del coniuge anche se in regime di separazione dei beni - Cass. Civ., Sez. VI - 5, Ord., 06 aprile 2021 n. 9220

Cass. Civ., Sez. VI - 5, Ord., 06 aprile 2021 n. 9220; Pres. Mocci, Rel. Cons. Conti per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

In tema di imposte sui redditi, lo stretto rapporto familiare e la composizione ristretta del gruppo sociale è sufficiente a giustificare, salva la prova contraria, la riferibilità delle operazioni riscontrate sui conti correnti bancari di tali soggetti all'attività economica della società sottoposta a verifica, sicchè in assenza di prova di attività economiche svolte dagli intestatari dei conti, idonee a giustificare i versamenti e i prelievi riscontrati, ed in presenza di un contestuale rapporto di collaborazione con la società, deve ritenersi soddisfatta la prova presuntiva a sostegno della pretesa fiscale, con spostamento dell'onere della prova contraria sul contribuente.

REGIME FISCALE DELLA FAMIGLIA - Imposte e tasse in genere - Avviso di accertamento – Separazione dei beni - Prova in genere in materia civile - Onere della prova; Rif. Leg. D.P.R. n. 600 del 1073, L. 241 del 1990, L. n. 212 del 2000 e artt. 2727, 2729, 2697 c.c.