La Convenzione di Istanbul sulla violenza di genere: perché la Turchia ha deciso di uscire dalla Convenzione? La posizione di ONDiF di Francesca Ferrandi e Michela Labriola

La Convenzione di Istanbul sulla violenza di genere: perché la Turchia ha deciso di uscire dalla Convenzione? La posizione di ONDiF di Francesca Ferrandi e Michela Labriola

mercoledì, 31 marzo 2021
Notizie | Violenza | Pari opportunità
La convenzione di Istanbul. Il contributo di Francesca Ferrandi e Michela Labriola La convenzione di Istanbul. Il contributo di Francesca Ferrandi e Michela Labriola
Il comunicato dei Comitati Pari Opportunità degli Ordini Forensi Italiani Il comunicato dei Comitati Pari Opportunità degli Ordini Forensi Italiani

Il 20 marzo 2021 la Turchia ha deciso di ritirarsi dalla Convenzione di Istanbul, la quale interviene specificamente anche nell'ambito della violenza domestica, che non colpisce solo le donne, ma anche altri soggetti, ad esempio bambini ed anziani, ai quali altrettanto si applicano le medesime norme di tutela.

Il trattato in questione, il cui titolo completo è Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica, costituisce il primo strumento internazionale giuridicamente vincolante volto a creare un quadro normativo completo a tutela delle donne contro qualsiasi forma di violenza. 

La Convenzione è stata aperta alla firma l’11 maggio del 2011 ed è entrata in vigore nel 2014; il primo Paese firmatario fu proprio la Turchia e ad oggi è stata firmata da 45 Paesi ed anche dall’Unione europea.


segue

 

Focus on