La prova e i presupposti del reato di maltrattamenti in famiglia - Nota a sentenza del Tribunale di Savona, Sez. pen., 8 Settembre 2020, di Annunziata Cerboni Bajardi

La prova e i presupposti del reato di maltrattamenti in famiglia - Nota a sentenza del Tribunale di Savona, Sez. pen., 8 Settembre 2020, di Annunziata Cerboni Bajardi

la sentenza è pubblicata nella sezione Giurisprudenza raggiungibile a questo link

mercoledì, 17 febbraio 2021
Dottrina | Violenza | Diritto penale della famiglia
sezione di Pesaro
Nota di Annunziata Cerboni Bajardi a Trib. SV per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Le dichiarazioni della parte offesa possono da sole costituire fondamento per la dichiarazione di responsabilità penale anche senza riscontri estrinseci, fermo restando il dovere del Giudice di verificare la credibilità soggettiva del dichiarante e l’attendibilità intrinseca del racconto.

Il reato di maltrattamenti sussiste non solo quando le sistematiche violenze costituiscono l’unico registro comunicativo nel contesto familiare, ma anche quando sono intervallate da condotte prive di tali connotazioni oppure da momenti di quiete o da normali attività familiari anche gratificanti per la parte offesa, laddove le ripetute manifestazioni di disprezzo e disistima mantengono un disvalore che si protrae nel tempo e non viene vanificato da episodi di segno contrario.

segue

Focus on