Anche una convivenza anomala ultratriennale

Anche una convivenza anomala ultratriennale "come coniugi" osta alla delibazione della sentenza canonica di nullità del matrimonio - Cass. Civ. Sez. I, Ord., 13 gennaio 2021, n. 367

Cass. Civ. Sez. I, Ord., 13 gennaio -2021, n. 367; Pres. De Chiara, Rel. Cons. Meloni per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

La convivenza "come coniugi", quale elemento essenziale del "matrimonio-rapporto", ove protrattasi per almeno tre anni dalla celebrazione del matrimonio concordatario, integra una situazione giuridica di "ordine pubblico italiano", la cui inderogabile tutela trova fondamento nei principi supremi di sovranità e di laicità dello Stato, già affermato dalla Corte costituzionale con le sentenze n. 18 del 1982 e n. 203 del 1989, ostativa alla dichiarazione di efficacia della sentenza di nullità pronunciata dal tribunale ecclesiastico per qualsiasi vizio genetico del "matrimonio-atto.

Focus on