La capacità a succedere per testamento del curatore dell’inabilitato non parente. Nota a Cass. civile sez. II, Sent. 4 marzo 2020, n. 6079  di Rita Fernandes

La capacità a succedere per testamento del curatore dell’inabilitato non parente. Nota a Cass. civile sez. II, Sent. 4 marzo 2020, n. 6079 di Rita Fernandes

lunedì, 4 gennaio 2021
Dottrina | Interdizione e inabilitazione | Successioni
La capacità a succedere per testamento del curatore dell’inabilitato non parente. Nota a Cass. civile sez. II, Sent. 4 marzo 2020, n. 6079  di Rita Fernandes per visualizzare l'allegato è necessario autenticarsi

Gli istituti giuridici a tutela dei soggetti incapaci non corrispondono a gradi diversi di infermità, per cui l’amministrazione di sostegno non può considerarsi un quid minus rispetto all’interdizione e all’inabilitazione. È infondata la tesi della illegittimità costituzionale dell’art. 596 c.c. in relazione all’art. 3 Cost., perché le ipotesi di incapacità a succedere per testamento sono tassative e sono previste per tutelare i soli soggetti affetti da una incapacità totale e assoluta.

Focus on